STUDIOTARA.IT e Green Pass: entrata in vigore del Decreto Legge 127.

Il 22 settembre 2021, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il D.L. 127 (detto anche “Decreto Green Pass”) che introduce l’obbligo di esibire la certificazione verde per accedere ai luoghi di lavoro. La normativa impone che dal 15 ottobre 2021 i lavoratori devono essere in possesso e mostrare un Green Pass valido per poter entrare negli spazi operativi, Agenti Immobiliari compresi. Nel caso ne fossero sprovvisti possono essere considerati “assenti ingiustificati” con la sospensione della retribuzione già dal primo giorno. L’obbligo di Green Pass comporta che nelle Agenzie Immobiliari vi sia l’onere della verifica da parte del datore di lavoro o di un suo delegato . 

Per sintetizzare

  • Il Green Pass deve essere verificato attraverso l’app ufficiale del governo dal titolare d’Agenzia o un suo delegato
  • La delega deve essere formalizzata in un documento scritto che dispone gli obblighi a cui è tenuto il delegato, soprattutto in merito alla tutela della privacy
  • In mancanza di un Green Pass valido, il lavoratore può essere inteso come “assente ingiustificato” senza retribuzione sino al 31 dicembre 2021
  • Le sanzioni per chi è sprovvisto di Green Pass vanno da un minimo di 600 € sino ai 1500 €
  • Il titolare d’Agenzia deve essere informato di eventuali violazioni o difformità dal delegato
  • Il datore di lavoro non incorre in sanzioni se dimostra di aver predisposto correttamente i controlli e documentazione

Sono esclusi dall'obbligo di Green Pass

  • i soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica; 
  • i cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar fino al 30 novembre (poi servirà un nuova proroga del ministero della Salute o, in alternativa, una nuova decisione); 
  • le persone in possesso di un certificato di vaccinazione anti SARS-Cov-2 rilasciato dalle competenti autorità sanitarie della Repubblica di San Marino fino al 15 ottobre (è attesa nelle prossime ore la decisione sui vaccinati all'estero con sieri non autorizzati dall'Ema, le ipotesi sono due: riconoscimento tout court della somministrazione o vaccinazione eterologa con una nuova dose già approvata dall'agenzia del farmaco).
     

 

Immobili In evidenza

Iscriviti alla nostra newsletter