Rapporto immobiliare Nomisma: 3,3 milioni di persone in cerca di una casa

Il momento è ancora delicato, ma il peggio è alle spalle. Potrebbe essere questa la sintesi del 14° rapporto sulla finanza immobiliare di Nomisma. Il report, ha analizzato la situazione del real estate italiano tracciando le prime previsioni per i prossimi anni alla luce dei nuovi modi di abitare delle famiglie italiane.

L’intenzione di acquisto di casa

Secondo il sondaggio di Nomisma, 3,3 milioni di famiglie sono intenzionate ad acquistare un’abitazione nei prossimi mesi o comunque a sostituire quella in cui abitano. Un numero in netta crescita rispetto allo scorso anno quando le famiglie che puntavano ad acquistare un immobile erano circa 2,4 milioni.
L’80% di queste famiglie non avendo liquidità sufficiente saranno obbligate a richiedere un mutuo per l’acquisto.
Nell'immaginario collettivo la casa continua a rimanere un'aspirazione che prescinde da valutazioni di carattere congiunturale e quindi va oltre la debolezza del contesto macroeconomico e la fragilità reddituale prospettica di molti nuclei famigliari causata, direttamente o indirettamente dalla pandemia e dalle conseguenti restrizioni.

La voglia di cambiamento

Ma la Pandemia (con le restrizioni al seguito) è stata anche uno dei fattori che ha spinto gli italiani a cambiare casa. Molte famiglie puntano ora al comfort abitativo cercando case con metrature più generose, magari con una stanza in più, ancora meglio se con spazi esterni come terrazzi o giardini. E si è disposti a lasciare il centro per zone più periferiche ma verdi e con servizi.

Alcuni speranze per il futuro sono le seguenti:

  • le intenzioni di acquisto devono essere sostenibili in relazione alla capacità di generare un reddito da parte della famiglia;
  • il mercato dei mutui resti favorevole e che non vi sia una rapida crescita dei tassi;
  • l’effettiva efficacia delle misure previste dal Governo per far ripartire il paese.

L’evoluzione dei modi di abitare

La pandemia ha cambiato gli interessi degli italiani spingendoli a volere case più spaziose, con più tecnologia e spazi verdi.

Alcuni trend del futuro sono:

  • il digitale;
  • la ricerca di socialità;
  • l'imprevedibilità;
  • l’integrazione dell’abitazione all’interno della città;
  • una maggiore rete di servizi a disposizione del cittadino.

Immobili In evidenza

Iscriviti alla nostra newsletter