Nuove quotazioni immobiliari OMI 2021 ora disponibili

Conosci le quotazioni immobiliari OMI, o ne hai mai sentito parlare? Si tratta di uno strumento indispensabile non solo per gli agenti immobiliari ma anche per chiunque sia interessato e coinvolto nel mercato immobiliare con l’intenzione di vendere casa. La sigla sta per Osservatorio del Mercato Immobiliare e punta ad individuare, attraverso questo documento diffuso con cadenza semestrale (sono appena stati resi disponibili i dati relativi al primo semestre del 2021), per ciascuna delimitata zona territoriale omogenea un intervallo massimo/minimo o forbice delle quotazioni per unità di superficie in € al metro quadro.
Il dettagliato documento include valori di mercato ma anche di locazione ed è diviso per tipologia immobiliare e stato di conservazione.

Come funzionano le quotazioni OMI

Conoscere il valore di un immobile, che sia esso una casa singola, un appartamento in un condominio o anche un terreno serve a farsi un’idea di massima non solo circa le tasse da pagare su di esso, ma anche circa il prezzo al quale è possibile affittarlo o venderlo. Possiamo affermare che tali quotazioni, all’interno di un processo estimativo, non devono essere considerate vincolanti e non sono sostitutive di una stima puntuale messa in atto da un tecnico specialista, qualificato e professionista. Esse sono più che altro indicazioni di valore di larga massima, che non contemplano tutti i dettagli o i diversi parametri aggiuntivi che solo una stima esaustiva e motivata può prendere in considerazione.
Nel dettaglio questo Osservatorio cura l’elaborazione dei dati rilevati circa le informazioni di carattere tecnico/economico per i valori immobiliari, facendo riferimento anche ai tassi di rendita e al mercato degli affitti, il tutto su una base statistica.

A cosa servono le quotazioni OMI?

Come detto i valori espressi in questa banca dati vanno presi con le molle, ma sono ugualmente un ottimo punto di partenza per agevolare tutti gli attori interessati e coinvolti a meglio orientarsi in un mercato peculiare come quello della compravendita degli immobili, fermo restando che il valore venale espresso non è quello effettivo ma costituisce una prudenziale stima, spesso per difetto, sul valore di massima.

Immobili In evidenza

Iscriviti alla nostra newsletter