Mutuo prima casa: gli aggiornamenti della legge di Bilancio

Secondo quanto previsto dal Documento programmatico di Bilancio per il 2022 trasmesso nei giorni scorsi alla Commissione UE, le agevolazioni previste a favore dei giovani dall’attuale Decreto Sostegni Bis saranno significativamente rinforzate, andando così a definire la prossima Legge di Bilancio.

Cosa prevede ora il Decreto Sostegni Bis

Al momento, il Decreto Sostegni prevede a favore dei giovani under 36 e con un Isee inferiore ai 40.000 euro i seguenti vantaggi fiscali:

  • per le pertinenze (box, solai e cantine)
  • per gli acquisti effettuati alle aste giudiziarie per cui è prevista l'esenzione dal pagamento dell'imposta di registro, ipotecaria e catastale oltreché, in caso di acquisto soggetto a Iva (cioè dal costruttore), il riconoscimento di un credito d'imposta;
  • la sottoscrizione di mutuo per cui non è richiesta l'imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative.

Nel caso in cui avvenga il versamento dell’imposta proporzionale per caparra o acconti (rispettivamente dello 0,5% e del 3% dell’importo), si avrà diritto al rimborso della stessa una volta stipulato il contratto definitivo d’acquisto. A tal fine sarà necessario presentare un’istanza di rimborso all’Agenzia delle Entrate entro tre anni dalla stipula del contratto di compravendita.

Al contrario, non sono soggette a rimborso le imposte pagate in misura fissa in sede di registrazione del preliminare.
La Legge di Bilancio prevede inoltre l’estensione del già esistente Fondo di Garanzia Consap e in particolare il fondo permette ai giovani aventi diritto di ricevere una garanzia pubblica dal 50 all’80%del valore del mutuo, consentendo alle banche di finanziare il 100% del valore di acquisto per i mutui prima casa.

Cosa introduce il Documento Programmatico di Bilancio

Oltre a prolungare le agevolazioni descritte da giugno fino a tutto il 2022, la nuova garanzia statale potrebbe coprire il 100% del valore del mutuo per l'immobile da comprare, oltre ad ampliare ulteriormente gli oneri fiscali.

Gli immobili soggetti ad agevolazioni

Il bonus under 36, tuttavia, è circoscritto all’acquisto di specifiche unità immobiliari, dal cui novero, ad esempio, sono esclusi:

  • gli immobili di lusso (accatastati come A1, A8 o A9);
  • donazioni;
  • successioni.

Come anticipato, sono invece ammessi gli acquisti avvenuti tramite aste giudiziali.
 

Immobili In evidenza

Iscriviti alla nostra newsletter