APE Attestato di Prestazione Energetica a chi richiederlo e utilità

L’APE (Attestato di Prestazione Energetica) è quel documento che descrive il livello di prestazioni energetiche di un edificio o di un qualsiasi immobile.

Attraverso una scala da A4 a G (una scala di 10 livelli) descrive il livello di efficienza energetica. Il tecnico abilitato al rilascio della certificazione attraverso un sopralluogo dell’immobile valuterà tenendo conto di diversi parametri quali ad esempio l’isolamento termico o la presenza di impianti appositi alla produzione di energia all’interno dell’abitazione. L’APE in precedenza veniva chiamato ACE (Attestato Certificazione Energetica): le modifiche sono state apportate dal decreto 63/2013 e dall’1/10/2015 sono entrate in vigore con la legge 90/2013 dove vengono espresse tutte le nuove guide nazionali per le classificazioni energetiche degli immobili.
Questo documento è considerato obbligatorio in più di un'occasione, quindi sarà necessario conservarlo con cura e rinnovarlo ogni 10 anni.

In quali situazioni è obbligatoria la certificazione energetica?

Abbiamo anticipato che l’APE, la certificazione energetica, servirà a fornire informazioni trasparenti sulla qualità energetica dell’immobile con un criterio di classificazione, il tutto effettuato da un esperto. La certificazione  energetica risulterà obbligatoria se decidiamo di vendere l’immobile o di affittarlo, o anche solo donarlo (trasferimento gratuito); è obbligatorio specificare la classe energetica negli annunci di vendita di nuove costruzioni o se stai ristrutturando di oltre il 25% dell’edificio.

Nel caso venissero eseguiti dei lavori di ristrutturazione che influiscono sulla classificazione energetica come il cambio caldaia, l’installazione di un cappotto termico, o il cambio degli infissi il certificato energetico dovrà essere aggiornato. Anche nel caso di edifici di nuova costruzione o quelli da demolire e poi ricostruire viene richiesta la certificazione energetica.

In questo periodo sono tante le persone che stanno richiedendo l’APE poiché questo documento è necessario per accedere alle detrazioni fiscali (EcoBonus e SuperBonus 110%) stanziati propriamente per aumentare l’efficienza energetica degli immobili vecchi o con alti dispendi energetici.
Nel momento in cui l’APE viene compilata e sottoscritta dal tecnico esperto, questo documento dovrà essere trasmesso alla regione di competenza che archivieranno il documento al catasto e trasmetteranno le informazioni raccolte al SIAPE (Sistema Informativo sugli Attestati di Prestazione Energetica). (www.notiziarioimmobiliare.it)

Immobili In evidenza

Iscriviti alla nostra newsletter